SIAMO TUTTI/E ANTIFASCISTI/E! – Sulla giornata di Sabato 16

L’avevamo detto: nonostante il divieto della questura, ci saremmo comunque trovati in Piazza Matteotti, e da lì ci saremmo mossi liberamente per Modena, e così è stato. La nostra presenza sarebbe stata visibile, l’avevamo promesso, e lo è stata sicuramente per i fascisti di Forza Nuova, nascosti dietro i cordoni delle “forze dell’ordine”, rinchiusi in piazza Redecocca e costretti ad uscire dal lato opposto, scortati fino alle auto dalla polizia, “accompagnati” dai nostri cori fino alla fine.

a-antifa
Eravamo infatti presenti nel presidio spontaneo che si è formato in Corso Canalchiaro, davanti all’accesso blindato di piazza Redecocca, e rivendichiamo questa nostra presenza, convinti di essere stati nel luogo giusto, in quanto antifascisti/e e antiautoritari/e, il giorno in cui una piazza viene concessa per un comizio fascista dopo che a Modena non succedeva da anni.

Dove la polizia ha pericolosamente sparato lacrimogeni ad altezza uomo, nonostante i successivi complimenti del sindaco Muzzarelli per “l’ottima gestione” della situazione; dove i fascisti di Forza Nuova, armati di bastoni, hanno provato ad attaccare gli antifascisti mentre le “forze dell’ordine” restavano schierate contro di noi; dove i presenti hanno fatto capire a Forza Nuova che questa città non li vuole.

Ogni volta che i fascisti proveranno a ottenere legittimità noi saremo lì a ricordargli che Modena è e resterà antifascista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spazio Anarchico Libera - Libera Officina