Category Archives: Iniziative

Programma Dicembre 2017

Programma incompleto, le altre iniziative usciranno a breve
Tutti i martedì:
  • 21.00: assemblea alla Libera Officina

Sabato 2: dalle 16 alla biblioteca Unidea: No alla svendita del territorio, con gli Architetti Indipendenti di Reggio Emilia si parlerà della nuova legge urbanistica in Emilia Romagna e la svendita dei territori.

Dalle 22 alla Libera Officina: Drippin’ Fat Hip Hop Party

Giovedì 7: dj set Un dos trash!

Sabato 30: Benozzo e Bonvicini in concerto

Programma Novembre 2017

Tutti i martedì:
  • 21.00: assemblea alla Libera Officina

Sabato 4: Jijonao Party – Samba Colbao

Sabato 11: Anarcholocaust Fest vol. 5

Sabato 18: dalle 17.30 alla biblioteca Unidea Chiddu chi sentu, presentazione con l’autore

dalle 22 alla Libera Officina LIBERA REGGAE STATION live edition

Venerdì 24: alle 21 presentazione dell’opuscolo di autodifesa contro la repressione, dalle 22 concerti con Pat Atho – Working Class Ballads 

Sabato 25: dalle 15 alla biblioteca Unidea Le ombre di guerra dal Medioriente e noi

dalle 23 a Libera Teo Borghi dj, benefit per Libera e Unidea

 

Programma Ottobre 2017

Tutti i martedì:
  • 21.00: assemblea alla Libera Officina

Sabato 7: polentata benefit per Unidea + Libera Officina Sound System

Venerdì 13: benefit per Carpi Antifascista: cena, presentazione dell’opuscolo di Emilia Antifascista e dibattito; Rocco Rosignoli in concerto e a seguire dj set

Sabato 14: Happy(10)birthday Last Decay, concerti hardcore con No More Lies, Lo Sdegno, Nothing I Know, Respect For Zero, First Brawl, Turn Against, The Last Breath Of Life

Sabato 21: Solidarietà al popolo Mapuche, dalle 17 alle 18.30 PRESIDIO fronte Benetton in via Emilia Centro a Modena; dalle 19 alla Biblioteca Unidea in Via Ganaceto 96 mostra, dibattito e tigellata.

Sabato 28: dalle 15 alla biblioteca Unidea: La violenza sulle donne, i media e noi, dibattito con Deborah Ardilli (Non una di meno), Giuliana Pincelli (Casa delle donne di Modena), Tamara Calzolari (pari opportunità Cgil)

Dalle 23 alla Libera Officina: Teo Borghi dj

Martedì 31: dalle 23 Halloweed – Serata antiproibizionista con Stan, SambaColbao, Sà, Jimmy Splif

Programma Aprile 2017

Tutti i martedì:
  • 21.00: assemblea alla biblioteca Unidea, in via Ganaceto 96, Modena

Sabato 1: inaugurazione della biblioteca Unidea
Venerdì 7 ore 18: ricordo dell’eccidio del 1920, in piazza Grande
Venerdì 7, ore 21: cena antifa + dj set
Sabato 8: Welcome, uno spettacolo di e con Beppe Casales + Libera Benefit reggae night
Sabato 15: Teo Borghi dj
Sabato 22, ore 15: @ Unidea presentazione del libro Ribelli senza congedo con l’autore Marco Rossi
Sabato 22, ore 22: Antifa HH /// Cuba Cabbal + No Fang # MaX TnT Il Tenente DJ Set
Sabato 29: Teo Borghi dj

Un nuovo spazio in città

Dopo 7 anni di Libera Officina abbiamo sentito la necessità di uno spazio in centro, più facilmente raggiungibile e con scopi diversi da quelli dell’Officina. Uno spazio che possa essere sede della biblioteca e delle centinaia di libri che la compongono, e della sezione modenese dell’USI; uno spazio che possa ospitare iniziative culturali quali dibattiti, presentazioni di libri, proiezioni, laboratori. Uno spazio che vuole anche essere aperto alle proposte di chi, condividendone le basi antiautoritarie e libertarie, vorrà contribuire alla sua gestione e alla sua organizzazione.

L’appuntamento è in via Ganaceto 96 il primo aprile alle 16 per la prima assemblea di autogestione, in cui organizzeremo con i presenti le prossime aperture e le future iniziative.

Programma Marzo 2017

Tutti i martedì:
  • 21.00: assemblea di Libera
Venerdì 10: cena benefit per la nuova sede in centro, a seguire Thrash, NOT Trash! Abduction, Shenanigans and more
Sabato 18: Teo Borhi dj
Venerdì 24: Reverse HC: Sempre Peggio, Diario Di Bordo, Zona Popolare, Bad Revenge. Benefit per il nuovo spazio in centro
Sabato 25: Libera Rock Night #3: Sapone Intimo + Uniko Neurone + Smegma + dj set
 
 

CORTEO PER L’AUTOGESTIONE E L’ECOLOGIA SOCIALE – 7 MAGGIO

Corteo7maggio_webSabato 7 maggio saremo in Corteo per le vie del centro di Modena per l’Autogestione e l’Ecologia Sociale, in solidarietà ai denunciati nello sgombero di Libera. Il ritrovo è alle 15 in piazzale Primo Maggio, fronte istituto Barozzi.

Suoneranno:
SAID
Fratelli Grimm
LE OSSA

Giovedì 12 maggio alle 9 saremo in presidio davanti al tribunale per l’ultima udienza del processo per lo sgombero di Libera del 2008.
Organizzano Libera e USI Modena

A Marzaglia Libera ha resistito 8 anni: dalla sua nascita nel 2000 al suo sgombero nel 2008 è stata attraversata da migliaia di persone che ne hanno animato le iniziative politiche, culturali e ludiche, facendosi spesso carico di una parte del suo percorso, imparando insieme cos’è l’autogestione e come metterla quotidianamente in pratica.

Di questi 8 anni, Libera ne ha passati 5 sotto sgombero.
Minacciata dal potere mafioso del PD che, contrariamente al volere di tanti cittadini, ha voluto costruire un autodromo, opera assurda e priva di qualsiasi utilità, funzionale solo agli interessi di chi specula sul territorio intascandosi i profitti.
La lotta contro questo scempio è stata portata avanti dal collettivo di Libera insieme ai comitati cittadini, raggiungendo livelli di scontro altissimi con la giunta comunale di allora. Sono passati 7 anni dalla fine del sogno, dopo uno sgombero illegittimo che ha visto la resistenza pacifica di decine di persone accorse sul posto, alla fine del quale i muri di Libera sono caduti lasciando un buco enorme nel paesaggio come in chi l’ha attraversata e vissuta.
Dopo così tanto tempo la giustizia istituzionale, lenta ma implacabile, giudicherà i 4 denunciati di resistenza e violenze a pubblico ufficiale.
Come se non bastasse l’aver devastato un’area verde della città.
Come se non fosse sufficiente aver demolito lo spazio con ancora il materiale dentro.
Come se le manganellate inferte quel giorno a chi difendeva lo spazio fossero troppo poco.
Il collettivo della Libera Officina, figlia diretta di quella storia, e la sezione di Modena dell’Unione Sindacale Italiana organizzano sabato 7 maggio alle 15 un Corteo per le vie del centro di Modena, per l’Autogestione e l’Ecologia Sociale, in solidarietà ai denunciati nello sgombero; e un presidio giovedì 12 maggio alle 9 davanti al tribunale, per l’ultima udienza del processo.
Libera non si arresta!

 

FIERA DELL’AUTOGESTIONE E DELLE AUTOPRODUZIONI – 29/30 Aprile e 1 Maggio

CFIERA MAGGIO 2016rediamo che un mondo migliore parta anche e soprattutto dall’autogestione, e per questo motivo vorremmo mostrare che è possibile praticarla ogni giorno, vorremmo confrontarci con voi su questo tema.
Crediamo che un mondo migliore parta dalla consapevolezza che abbiamo dei prodotti che acquistiamo, dallo scoprire qual è il loro prezzo da un punto di vista umano, sociale, politico e ambientale.
Crediamo che a farsi le cose da soli c’è più gusto.
Crediamo che un mondo migliore abbia bisogno del pensiero libero e della sperimentazione, della gioia e dell’uguaglianza.
Crediamo che un mondo migliore debba essere costruito dal basso, dando dignità al lavoro e riportandolo ad essere un’arte e un mestiere, e non più una forma di schiavitù sottopagata.
 
PROGRAMMA FIERA
programma_fieraVENERDI’ 29 APRILE
18:00 – Apertura della Fiera e Assemblea di autogestione
18:30 – Laboratorio pratico di saponificazione
19:00 – In cucina con Zirella: sperimentazioni culinarie
19:00 – Laboratorio pratico di tubi innocenti e autocostruzione soppalco
21:00 – Cena sociale
22:00 – Chiara Gazzola presenta il libro “Fra diagnosi e peccato: la discriminazione secolare nella psichiatria e nella religione”
 
SABATO 30 APRILE
10:00 – Apertura della Fiera, allestimento banchi dell’artigianato e mostra delle opere di Lella Casolari
11:00 – Luppololì, luppololà: cotta collettiva di birra Stout con RGB
11:00 – In cucina con Zirella: sperimentazioni culinarie
13:00 – Pranzo sociale
14:00 – Assemblea di autogestione della Fiera
15:00 – Laboratorio pratico di autoproduzione di gioielli
16:00 – Laboratorio pratico di serigrafia con stampa su magliette
18:30 – In cucina con Zirella: sperimentazioni culinarie
19:00 – “C’è un secondo tempo: Lella Casolari racconta pensieri
figurati”
21:00 – Cena sociale
 
DOMENICA 1 MAGGIO
10:00 – Apertura con allestimento della cucina e inizio della preparazione collettiva del grande pranzo sociale del 1 Maggio
13:00 – Inizio pranzo
16:00 – Laboratorio pratico di ciclofficina: mettiamo in sesto i
nostri velocipedi!
18:00 – Assemblea di chiusura della Fiera
 
Ⓐ Libera Officina, via del Tirassegno 7, Modena

Sabato 2 Aprile e Giovedì 7 Aprile, Piazza Grande

-Sabato 2 Aprile dalle 16 alle 19 saremo in Piazza Grande con una mostra sul 7 aprile 1920, col banchetto di libri e con il Coro dei Violenti Piovaschi di Carpi.

-Giovedì 7 Aprile dalle ore 18 alle 20 porteremo la nostra lapide sul 7 aprile, una corona di fiori, canteremo, brinderemo e ci sarà lo spettacolo di Bonvicini e Benozzo.

Oltre a ricordare l’eccidio del 1920 saremo in piazza per difendere il diritto di sciopero, contro la guerra, per la restituzione della nostra sede storica, per le 30 ore settimanali a parità di salario, contro il jobs act, contro lo smantellamento della sanità pubblica e per affermare l’antifascismo antiautoritario.

7 Aprile 1920, la nostra storia
La nascita del nostro Antifascismo Antiautoritario

Iniziammo nel 2005 a ricordare e a ricostruire gli accadimenti che portarono all’Eccidio di Piazza Grande del 1920.Quest’anno sarà il dodicesimo anno che continuativamente teniamo vivo il legame con quella storia, quando l’USI a Modena aveva migliaia di attivisti. Per noi il 7 aprile 1920 ed il furto delle mitragliatrici che ne seguì rappresentarono l’inizio dell’antifascismo antiautoritario in questa provincia, che continuò con gli Arditi del Popolo.

Anche le condizioni del lavoro di quegli anni erano segnate dalla precarietà e dalla povertà, fenomeno a cui stiamo assistendo anche oggi.

I compagni e le compagne di allora trovarono nella solidarietà e nel mutuo appoggio una forte risposta a quelle condizioni e solo il regime fascista finanziato dagli industriali e dagli agrari riuscì a piegarli. Quella del 7 aprile 1920 è la nostra storia e non lasceremo ad altri il compito di ricordarla snaturandola dal valore rivoluzionario e sociale che esprimeva. Anche quest’anno quindi invitiamo tutti i lavoratori e le lavoratrici, i disoccupati, i precari, i ribelli, gli ultimi, ad aggregarsi e a partecipare a tutte le iniziative che stiamo organizzando.

Spazio Sociale Libera – USI Modena

Spazio Anarchico Libera - Libera Officina