Ribelli! L’antifascismo tra GAP modenesi ed emigrati emiliani

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 21/04/2018
15:00 - 18:00

Luogo
Unidea

Categorie


Organizzato da Modena Antifascista

Resistere ieri, resistere oggi.
È questa la necessità e la sfida che si ripresenta a tutti noi a 73 anni da quell’aprile 1945. 

Una democrazia sempre più autoritaria e svuotata di sostanza, l’ascesa di populismi sempre più tinti di nero, la crescita di violente organizzazioni fasciste, il diffondersi di razzismo, paure e odio per il diverso: sono solo alcuni elementi del presente, che non risparmiano di certo Modena, che ci impongono di riflettere e conoscere il nostro passato. Un passato partigiano che ha ancora molto da insegnare.

Per questo vogliamo ripercorrere e interrogare i giorni della Resistenza a Modena e nella provincia modenese attraverso l’esperienza dei Gap, formazioni guerrigliere che in Emilia condussero una lotta al fascismo senza tregua con caratteri inediti a livello nazionale: un movimento partigiano di pianura, largamente partecipato dal basso soprattutto tra contadini, braccianti e operai agricoli, che si fece carico della difesa e della conquista dei diritti delle classi popolari contro lo strapotere degli agrari e dei loro sgherri in camicia nera, arrivando a costituire delle vere e proprie zone liberate di contropotere impenetrabili dai nazifascisti. Ce ne parlerà Chiara Lusuardi, autrice di “Gappisti di Pianura. La 65° brigata GAP Walter Tabacchi a Modena” (Mimesis Edizioni, qui la scheda del librohttp://mimesisedizioni.it/gappisti-di-pianura.html).

Seguendo il filo rosso della lotta popolare al fascismo passeremo nell’Europa occupata dai nazisti, dove le storie degli emigrati italiani si incrociano con quella della Resistenza belga. In Belgio, in una terra straniera difficile e non accogliente per poveri operai, contadini ed esiliati, furono numerosi gli emigrati emiliani a combattere lo stesso feroce nemico a cui ci si opponeva in patria. Il racconto delle loro storie e la riscoperta di alcune vicende ad esse legate aggiungono un piccolo tassello alla storia della Resistenza europea, alla sua transnazionalità, aldilà di steccati e confini che oggi drammaticamente vengono riproposti. Ce ne parlerà Olga Massari, curatrice della nuova edizione di “Gli emigrati italiani nella Resistenza belga” (ANPI Belgio) di Anne Morelli.

Alla presentazione saranno disponibili le maglie di Modena antifascista (le ultime!) e a seguire aperitivo e musica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spazio Anarchico Libera - Libera Officina